Jump to content
Alessandro17

Lezione di economia per quei dementi che vorrebbero uscire dall'Euro

20 posts in this topic

Recommended Posts

Advertisement

secondo me di economia il tipo non ne capisce una mazza

 

se ritornassimo alla lira l'Europa fallirebbe, senza l'Italia l'euro e morto

 

in Quanto a impotazione  il petrolio non si compra in Europa e il Gas anche quindi non è detto che si compri in Euro o in Dollari

 

Poi dite ai tedeschi o altri di venire a comprare i prodotti doc in Italia, fino ad ora il prezzo se lo sono fatto loro

ma poi lo pagherebbero molto caro

vuoi il parmigiano=Paga

vuoi L'olio=Paga

Vuoi il Latte=Paga

se volete vi elenco più' di 3000 prodotti che sono stati sminuiti (e addirittura copiati, o almeno credono di copiarli) e che pagherebbero salato

 

poi non vi devo dire io che l'Italia è un paese ricco e come si e rialzata dal dopoguerra potrebbe sempre rifarlo, certo prima di abbattere il debito pubblico bisognerebbe abbattere la classe politica di m...

per poi rivalutare il nostro magazzino Storico e Artistico.

 

Ragazzi la globalizzazione secondo me è stato un vero fallimento per tutte le nazioni non solo per l'Italia

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://leonardo.comunita.unita.it/2013/12/02/referendum-sulleuro-perche-e-una-boiata-pazzesca/#1


secondo me di economia il tipo non ne capisce una mazza

 

 

Il "tipo" è laureato in economia alla Bocconi, quindi qualcosa di economia dovrebbe capirne. Del resto qualsiasi economista che non fosse impazzito direbbe le stesse cose.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'italia e' un paese ad altissimo potenziale, il problema sono gli Italiani, e' inutile negarlo la colpa e' nostra, di noi cittadini, votiamo chi ci da' il posto al comune, cerchiamo sempre scappatoie, amiamo farci le regole a nostro uso e consumo, ecco i risultati, vorrei ricordare che non c'e' stato un colpo di stato, la classe politica e' direttamente eletta da noi, ergo, siamo stati noi a dargli il potere, ne consegue che chi ha deciso di votare tizio o caio ha il suo personale tornaconto che pero' e' limitato al suo personalissimo orticello e se ne sbatte i zebedei del bene comune.

Risultato? classe politica identica, mi faccio i casi miei e amen, in un paese serio si dovrebbero OBBLIGARE i politici al rispetto del programma elettorale pena la decadenza immediata e nuove elezioni, dovremmo essere noi cittadini a fare le pulci ai politici e non il contrario. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A tal proposito faccio una citazione fatta da Elsa Morante nel 1945 a proposito di Mussolini che purtroppo e' piu' che valida anche ai giorni nostri................

 

"Il capo del Governo si macchiò ripetutamente durante la sua carriera di delitti che, al cospetto di un popolo onesto, gli avrebbe meritato la condanna, la vergogna e la privazione di ogni autorità di governo. Perchè il popolo tollerò e addirittura applaudì questi crimini? Una parte per insensibilità morale, una parte per astuzia, una parte per interesse e tornaconto personale. La maggioranza si rendeva naturalmente conto delle sue attività criminali, ma preferiva dare il suo voto al forte piuttosto che al giusto.
 

Purtroppo il popolo italiano, se deve scegliere tra il dovere e il tornaconto, pur conoscendo quale sarebbe il suo dovere, sceglie sempre il tornaconto. Così un uomo mediocre, grossolano, di eloquenza volgare ma di facile effetto, è un perfetto esemplare dei suoi contemporanei. Presso un popolo onesto, sarebbe stato tutt'al più il leader di un partito di modesto seguito, un personaggio un po' ridicolo per le sue maniere, i suoi atteggiamenti, le sue manie di grandezza, offensivo per il buon senso della gente e causa del suo stile enfatico e impudico. In Italia è diventato il capo del governo. Ed è difficile trovare un più completo esempio italiano. Ammiratore della forza, venale, corruttibile e corrotto, cattolico senza credere in Dio, presuntuoso, vanitoso, fintamente bonario, buon padre di famiglia ma con numerose amanti, si serve di coloro che disprezza, si circonda di disonesti, di bugiardi, di inetti, di profittatori; mimo abile, e tale da fare effetto su un pubblico volgare, ma, come ogni mimo, senza un proprio carattere, si immagina sempre di essere il personaggio che vuole rappresentare."
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E dopo meno di 50 anni la storia si ripete, quasi identica. E si potrebbe ripetere ancora in un futuro molto prossimo.

L'ignoranza della politica e dell'economia dei miei concittadini mi fa star male.

Ora molti vorrebbero uscire dall'Euro. E' esattamente come se qualcuno, sudando e faticando per decenni fosse riuscito ad accumulare 10 kg  di oro ed accettasse la proposta del primo ciarlatano arrivato di scambiarli con 10 kg di ferro. "Ah, ma questo migliorerà l'economia". Per Dio, spiegatemi in che modo.

Vorrei che fosse chiaro una volta per tutte che con l'Europa abbiamo in comune un bene di grande valore, la valuta più forte del mondo.

Questa valuta non e' "dell'Europa", e' anche nostra, noi ne possediamo una parte, abbiamo contribuito con i nostri sacrifici a renderla pregiata. La nostra ricchezza nazionale e' in una valuta pregiata, non in qualche "Lira" che non vale nulla. E non si può dare torto alla Merkel se vuole tenere alto il valore di questo bene comune.

Quindi i problemi non si risolvono uscendo dall'Euro, ma in altri modi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se i vari politici dei vari Stati dell'Europa anziche' pensare a far entrare o no nell'Unione nazioni secondo criteri che alcune volte sono decisamente discutibili, si decidessero ad avviare il processo di trasformazione dell'Europa in nazione dopo infiniti rinvii, farebbero un grosso servizio a tutti. Ma come al solito vince la mentalita' del proprio piccolo orticello.................

Share this post


Link to post
Share on other sites

L Europa è solo un unione per vendere roba,non centra una mazza la nazione.

La prima cosa da fare per renderla nazione è uniformità di stipendi,non si possono far entrare nazioni dove un operaio guadagna 400 euro mese,questo paese non verrà "aiutato"ma sfruttato visti i bassi salari,poi se dovessero alzarli,la produzione si sposterà in un altra nazione,che nel frattempo sarà stata annessa per fare un favore alla finanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto quello che volevo dire

Il Parlamento Europeo dovrebbe avere più' potere su tutte le nazioni europee

e unificare gli stipendi per tutte le nazioni, certo secondo le categorie

non mi sembra giusto che un operaio in ITALIA prenda 1200 € mentre in Germania  ne prenda 1800 con molte più' agevolazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://leonardo.comunita.unita.it/2013/12/02/referendum-sulleuro-perche-e-una-boiata-pazzesca/#1

 

Il "tipo" è laureato in economia alla Bocconi, quindi qualcosa di economia dovrebbe capirne. Del resto qualsiasi economista che non fosse impazzito direbbe le stesse cose.

se è per questo anche monti  arriva dalla bocconi!!!!!…. ma a calci in culo sarebbe ancora poco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non pensare che Monti non capisse nulla di economia. Il punto era: quali interessi faceva?

Quelli dei soliti 4 gatti che hanno in mano l'Italia (come tutti i presidenti del consiglio da quando è nata la Repubblica)... altrimenti qualcosa cambierebbe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa unione monetaria, non funziona per i paesi cosiddetti deboli, con una moneta cosi' altra le nostre esportazioni non convengono, quindi siamo in stagnazione.

Purtroppo i danni iniziano da quando qualcuno ha deciso il nostro cambio lira/euro mentre per la Germania si fece un cambio 1/1 da noi si e' fatto un cambio 2/1 ossia quasi 2000 lire per un euro, quando il cambio lira marco nel 2001 era, se non ricordo male, 1/1000 cioe' un marco per mille lire, quindi a rigor di logica se in germania c'e' stato un cambio 1/1 perche' da noi si e' optato per un cambio di quasi 2000/1 ? 

Non solo, non e' possibile che ora la BCE decida quanto debba pagare ogni stato membro per un euro, la BCE non puo' svalutare  l'euro per rendere conveniente le nostre esportazioni, facendolo comunque avvantaggerebbe chi ha il cambio piu' basso.
Non e' un mistero che i paesi che si sono tenuti fuori dall euro hanno tenuto meglio degli altri, e' anche vero che, a parte l'Inghilterra, il resto sono paesi Nord europei con un senso civico che noi, almeno in italia, ci sogniamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare che un po dappertutto ci sia un senso civico superiore al nostro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo i danni iniziano da quando qualcuno ha deciso il nostro cambio lira/euro mentre per la Germania si fece un cambio 1/1 da noi si e' fatto un cambio 2/1 ossia quasi 2000 lire per un euro, quando il cambio lira marco nel 2001 era, se non ricordo male, 1/1000 cioe' un marco per mille lire, quindi a rigor di logica se in germania c'e' stato un cambio 1/1 perche' da noi si e' optato per un cambio di quasi 2000/1 ? 

 

Qui da noi sono stati fatti degli imbrogli grandi come case sul cambio e come al solito nessuno ha detto qualcosa. Un esempio.......... nel periodo di transizione lira/euro non sono stati fatti i controlli sui prezzi che all'estero hanno fatto. Se ti ricordi ai self-service dei distributori facevi il pieno ad una vettura di media cilindrata (serbatoio da 45 litri circa) con una banconota da 50000 lire, mentre se usavi euro dovevi mettere un biglietto da 50 (equivalente a quasi 100000 lire) per farti erogare gli stessi litri di carburante :angry:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui da noi sono stati fatti degli imbrogli grandi come case sul cambio e come al solito nessuno ha detto qualcosa. Un esempio.......... nel periodo di transizione lira/euro non sono stati fatti i controlli sui prezzi che all'estero hanno fatto. Se ti ricordi ai self-service dei distributori facevi il pieno ad una vettura di media cilindrata (serbatoio da 45 litri circa) con una banconota da 50000 lire, mentre se usavi euro dovevi mettere un biglietto da 50 (equivalente a quasi 100000 lire) per farti erogare gli stessi litri di carburante :angry:

 

Si esattamente. I soliti ladrocini italiani. Ed ora danno la colpa all'euro. Ma io predicevo che col tempo i prezzi si sarebbero stabilizzati. E così è stato. Solo che gli stipendi non hanno riguadagnato il potere di acquisto che avevano prima.

Se però ora si tornasse ad una valuta nazionale, ci sarebbe un'inflazione mostruosa che farebbe crollare tutta l'economia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh gia'. Ma oltre a un'inflazione enorme che ci ritroveremmo in brevissimo tempo, ho paura che ci rifilerebbero nuovamente un bidone all'ennesima potenza con il cambio di valuta.............

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
You are commenting as a guest. If you have an account, please sign in.
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×