Jump to content
Sign in to follow this  
Followers 0
netgear

Cancellazione Disco e Preparazione Manuale UEFI/GPT

13 posts in this topic

Recommended Posts

Se il disco non è nuovo azzeriamo la tabella delle partizioni da precedenti installazioni, questo per non ritrovarci ad eventuali problematiche in seguito, in molti casi questo passaggio non serve ma è a scopo precauzionale, il multiboot non ammette imperfezioni.

Questo perché nonostante il disco venga preparato in GPT (da OS X), se precedentemente l’MBR è stato scritto qualche blocco non verrà cancellato, diventando un problema quando effettueremo l’installazione di Windows. Quest’ultimo infatti, vedendo l’MBR scritto ci informerà che non può procedere all’installazione in GPT, non riconoscendo la preparazione del disco come tale, problema assente per MAC e LINUX.

Creiamo una Live di GParted CD o USB, uno strumento che può tornarci utile in molte circostanze.

 

Avviamo GParted, da Menu “Dispositivo”, “Crea tabella partizioni”:

2qxui4g.jpg

 

Selezionare il nuovo tipo di tabella lasciamo “msdos”, Apply e lasciamo il Disco “non allocato”:

a0uzbl.jpg

 

Oppure se abbiamo accesso al disco da Windows possiamo usare il comando "diskpart".

Con il tasto destro nell'angolo in basso a sinistra apriamo un Prompt come amministratore:

2hn2rrs.jpg

 

Oppure PowerShell:

2wgd745.jpg

 

Digitiamo il comando "diskpart" (digitare i comandi senza le virgolette)

Visualizziamo i dischi collegati con "list disk"

Selezioniamo il disco da cancellare (esempio disco 2) "sel disk 2"

Ora azzeriamo il disco con "clean"

513vq8.jpg

 

Ora il disco risulterà azzerato e da inizializzare (solo verifica premere Annulla):

12674fm.jpg

 

Ma anche dall'installer di Windows, con Elimina, fino ad ottenere solo uno spazio non allocato:

29q1ruf.jpg

 

Preparazione Manuale UEFI/GPT

Preparazione del Disco UEFI "manuale", magari per avere una EFI più grande o riscontrando problemi con Utility Disk / Diskpart o semplicemente avere un maggiore controllo sul proprio Disco.

Per semplicità useremo sempre GParted, strumento indipendente ed avviabile.

Una volta avviata la Live USB o DVD:   “Dispositivo / Crea tabella partizioni

2ns7760.jpg

 

Selezionare il nuovo tipo di tabella:   “GPT

dy6elg.jpg

 

Confermiamo con “Apply

33as9c1.jpg

 

Ora che il nostro Disco è preparato UEFI/GPT creiamo la Partizione EFI selezionando il pulsante “Nuova

Si aprirà una maschera dove imposteremo le caratteristiche della partizione: “Nuova dimensione: / File system: / Etichetta:” premiamo "Add"

4hbfk6.jpg

 

Confermiamo con “Apply

2q9mh3b.jpg

 

Ora dobbiamo impostare gli attributi della EFI: tasto destro del mouse sulla EFI e selezioniamo “Gestione flag

67pfea.jpg

 

I “flag” spuntati devo essere “boot / esp” chiudiamo con “Close

246nywl.jpg

 

Il nostro Schema UEFI/GPT è pronto per tutti i Sistemi, avviare OS X o Windows o Linux e gestire lo spazio non allocato a piacimento.

2rw3z9i.jpg

 

20u5rpt.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Advertisement

Ti leggo spesso , sei il GURU in questo campo , che vantaggi e a cosa serve questo tipo di file System???

 

Mi sembra intuire che in questo modo potrei installare più OS nello stesso HDD\SSD .......
Grazie ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessun File System, quello che leggi altro non è che la preparazione manuale di quello che normalmente viene fatto dal Sistema stesso al momento della preparazione disco.

 

Queste informazioni sono solo “accessorie” le ho spostate dalla mia guida multiboot perché stava diventando troppo lunga.

 

Per mettere più Sistemi nello stesso disco devi usare la guida Multiboot.

 

Fino a tre Sistemi in UEFI sullo stesso Disco non c’è nessuna complicazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessun File System, quello che leggi altro non è che la preparazione manuale di quello che normalmente viene fatto dal Sistema stesso al momento della preparazione disco.

 

Queste informazioni sono solo “accessorie” le ho spostate dalla mia guida multiboot perché stava diventando troppo lunga.

 

Per mettere più Sistemi nello stesso disco devi usare la guida Multiboot.

 

Fino a tre Sistemi in UEFI sullo stesso Disco non c’è nessuna complicazione.

Ora divento curioso :D

Quali problemi si hanno con quattro o più sistemi UEFI sullo stesso disco? Giusto per curiosità, perché non mi sono mai spinto così in là.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il vantaggio è quello di avere quattro Sistemi utilizzando solo un SSD e una porta SATA, che non è poco se pensiamo a 4 SSD e 4 porte SATA spazio cablaggio costo ecc...

 

Lo svantaggio fino a 3 Sistemi MAC WIN LINUX è inesistente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eppure nel mio portatile ho dovuto rimuovere windows (di cui ho ancora la licenza originale) perchè non c'è verso di far partire clover (SSD win -Mac stesso disco). Parte clover da pendrive, "add boot options for all entries", riparto da ssd e parte clover, al successivo boot parte windows in automatico, e mi serve di nuovo la pendrive.

Ma forse perchè è un portatile. Invece col dual boot linux Mac no provìblem, anche se ogni tanto, dopo aver avviato linux, avviando Mac c'è un KP e si riavvia. Ogni tanto, però.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si Marco mi ricordo del tuo Dual Boot problematico, può essere che il BIOS è istruito a fare così, se vede la cartella Microsoft e relativo file di avvio lui lo piazza al primo posto eliminando le Entries "anomale"...

 

Ma:

 

Visto che Clover da solo funziona in modo continuativo, dovresti continuare a fargli credere (al BIOS) di essere sempre da solo, per non indurlo a prendere decisioni diverse...

 

La Cartella Microsoft la rinomini Microsoft-W10 e poi crei una Custom su Clover che punta al file bootmgfw.efi, altrimenti non avresti l'avvio.

Nella GUI vedrai la Entries di Windows in questo caso non naturale ma "forzata".

 

Io mi sono inventato questa soluzione che funziona per W10 riuscendo a far coesistere due Windows sullo stesso disco con BOOT indipendenti nella GUI.

<dict>
					<key>Disabled</key>
					<false/>
					<key>FullTitle</key>
					<string>Windows 10</string>
					<key>Ignore</key>
					<false/>
					<key>Path</key>
					<string>\EFI\microsoft-w10\Boot\bootmgfw.efi</string>
					<key>Type</key>
					<string>Windows</string>
					<key>Volume</key>
					<string>151CED72-6D9A-4BA7-9C8A-64F90E56B685</string>
					<key>VolumeType</key>
					<string>Internal</string>
				</dict>

Per quando riguarda Linux probabilmente dopo il riavvio qualche periferica LAN o Audio viene lasciata in una condizione di "default" diversa e all'avvio di OS X c'è il KP.

 

Ad esempio sul config c'è ACPI FIX_HDA spuntato, riavviando Linux l'Audio viene messo in una condizione OFF, OS X non riesce ad attivarlo e la Periferica risulta mancante, il FIX_HDA senza periferica manda in KP il Sistema, un esempio che mi è capitato, ma sicuramente ne esistono molti altri.

 

Da qualche anno e su hardware da Z97 in poi non ho più avuto questi problemi.

 

Ritornando a Windows però non torna una cosa: se avvii con il mascheramento classico "bootmgfw-orig.efi" come fa il BIOS a mettere una Entries Windows avviabile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ritornando a Windows però non torna una cosa: se avvii con il mascheramento classico "bootmgfw-orig.efi" come fa il BIOS a mettere una Entries Windows avviabile...

 

Praticamente il bios del portatile a quanto pare assegna una sola Entries a disco (fisicamente esistente). Difatti succede una cosa strana: se installo prima windows dal menu delle Entries vedrò solo "Windows", anche se lì c'è Clover e parte Clover (ma poi parte win). Se invece installo prima il Mac e Clover la Entries rimane "Clover"... ma parte sempre Windows. Dovrei provare a rinominare la cartella come mi hai detto tu, ma ormai ho messo Manjaro. Dovessi Piallare (per l'ennesima volta...) il tutto proverò.

Ho anche provato a installare Clover sulla EFI dell'hard disk dei dati, ma non mi fa il boot. A quanto pare necessita di essere nella stessa EFI del sistema operativo. Non ho fatto il contrario però, spostare la cartella di boot del windows dalla sua EFI a quella dell'HD. Ma come protrei fare? Con un copia incolla? Non ho neanche provato a installare clover nella root del sistema operativo lasciando la EFI a windows, ma poi secondo me partirebbe sempre e solo win, se è vero che il BIOS uefi va a leggere prima le partizioni ESP.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Praticamente il bios del portatile a quanto pare assegna una sola Entries a disco (fisicamente esistente). Difatti succede una cosa strana: se installo prima windows dal menu delle Entries vedrò solo "Windows", anche se lì c'è Clover e parte Clover (ma poi parte win). Se invece installo prima il Mac e Clover la Entries rimane "Clover"... ma parte sempre Windows. Dovrei provare a rinominare la cartella come mi hai detto tu, ma ormai ho messo Manjaro. Dovessi Piallare (per l'ennesima volta...) il tutto proverò.

Ho anche provato a installare Clover sulla EFI dell'hard disk dei dati, ma non mi fa il boot. A quanto pare necessita di essere nella stessa EFI del sistema operativo. Non ho fatto il contrario però, spostare la cartella di boot del windows dalla sua EFI a quella dell'HD. Ma come protrei fare? Con un copia incolla? Non ho neanche provato a installare clover nella root del sistema operativo lasciando la EFI a windows, ma poi secondo me partirebbe sempre e solo win, se è vero che il BIOS uefi va a leggere prima le partizioni ESP.

La EFI dell'HD dei dati è diskxs1 di 200MB? Perché windows ha un'idea di GPT tutta sua... :hysterical:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Praticamente il bios del portatile a quanto pare assegna una sola Entries a disco (fisicamente esistente). Difatti succede una cosa strana: se installo prima windows dal menu delle Entries vedrò solo "Windows", anche se lì c'è Clover e parte Clover (ma poi parte win).

 

Il comportamento sopra è giusto.

Se invece installo prima il Mac e Clover la Entries rimane "Clover"... ma parte sempre Windows.

Rimane la Entries di Clover ma c'è anche quella di Windows..? Se c'è solo quella di Clover e parte Windows verrebbe da pensare che la Entries di Clover sia rimasta solo nel nome puntando all'avvio di Windows, in questo caso il BIOS cerca di mettere ordine pasticciando nel nome, ma in sostanza la situazione è come la precedente e sarebbe giusto, rimanendo la stranezza del nome.

 

L'informazione che manca e cosa fa il BIOS con Clover e Windows con avvio bootmgfw-orig.efi e con Entries per Clover creata nel caso mancasse, la mia ipotesi e che in questo caso il multiboot deve funzionare, attenzione però che dopo update importanti Windows ripristina bootmgfw.efi che va cancellato per ribilanciare l'avvio.

 

Bisogna fare attenzione perché facile pasticciare, inoltre conviene sempre cancellare le Entries per evitare le fittizie: "bcfg boot rm 00" più volte fino all'eliminazione di tutte le Entries. Cancellandole poi ci si rende conto di quello che viene normalmente creato, cosa utile per la gestione futura.

 

Windows fa una EFI più piccola, senza etichetta, ma nella sostanza non cambia. Comunque è più semplice installare prima OS X e preparare il GPT da lui, o anche manualmente come abbiamo visto sopra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per chi non ci crede, allego lo schema del mio disco GPT di windows

/dev/disk0 (internal, physical):
   #:                       TYPE NAME                    SIZE       IDENTIFIER
   0:      GUID_partition_scheme                        *250.1 GB   disk0
   1:           Windows Recovery                         471.9 MB   disk0s1
   2:                        EFI NO NAME                 104.9 MB   disk0s2
   3:         Microsoft Reserved                         16.8 MB    disk0s3
   4:       Microsoft Basic Data                         249.5 GB   disk0s4

Quindi concordo con netgear. :D

Vedere una EFI da 100MB in seconda posizione è fastidioso. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciononostante clover nella Efi di 100 mb (con i files di boot di Windows) si installa senza problemi. È un modo, ad esempio, per affiancare macos a windows in un portatile dove win è già installato di suo.

 

Il problema è che con la EFI di 100MB l'installer di MacOs non formatta la partizione. A questo si può rimediare con una distro linux, HFSprogs installato e Gparted.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si certo si può usare anche il partizionamento di Windows, con il vantaggio che quando Windows farà un aggiornamento di versione non scombinerà il partizionamento rimettendo il Ripristino che ritroveremo in coda all'NTFS, a quel punto Linux trovandosi in una posizione diversa potrebbe fallire l'avvio.

 

Ma io visto che non aggiorno mai le versioni di W10, optando sempre per un installazione pulita, e non avendo interesse alla partizione di Ripristino rimango fedele al partizionamento da OS X.

 

35bfuh3.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
You are commenting as a guest. If you have an account, please sign in.
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×