Jump to content
netgear

Triple/Dual/Quad Boot UEFI + Custom Entries

177 posts in this topic

Recommended Posts

Win 10 parte anche in mbr in Uefi

Quindi rifai la usb con refus, usando opzione MBR o Uefi

cosi ti crea la Usb in fileSystem Ntfs

poi nella schermata installa, premi f10 si apre il promt e con diskpart

formatti in Gpt o in mbr

Share this post


Link to post
Share on other sites
Advertisement

Ragazzi ho risolto...il problema era un disco secondario installato nel notebook che era andato...l'ho levato ed ho installato il tutto in UEFI (come da guida)....l'hard disk secondario è andato e mandava in blocco tutta l'installazione, ora funziona tutto ;) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao netgear, innanzitutto complimenti per l'utilissima guida!

Avrei a proposito una domanda: nel mio pc ho un HD sata con su win7, quindi dovrei fare il procedimento al contrario partendo da windows per aver sierra in dual boot...

Riduco la partizione e creo una partizione in raw, solo che poi quando entro in utility disco mi dice che é impossibile inizializzare...

Ho provato con gparted live, e tra le altre cose, mi da anche la possibilitá di formattarla in hfx+. Risultato: zero...

Ho provato anche a lasciarla non allocata, ma il risultato é sempre lo stesso...c'è qualcosa che devo fare prima?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capita a volte che al primo tentativo risponda con un errore, ripetendo l'operazione poi l'inizializzazione va a buon fine. Utility Disco dalla 10.11 in poi è sempre più limitato, GParte fa una formattazione hfs+ che poi OS X non riconosce come tale e giustamente va inizializzata nuovamente.

 

Se lo schema non è nativo OS X, ma soprattutto GPT, Utility Disco non è in grado di gestire una spazio non allocato rimettendo mano alla tabella delle partizioni, in genere quando gli si presenta davanti una partizione già fatta lui riesce a formattarla...

 

Ma Windows 7 è installato UEFI, stiamo parlando di uno schema GPT preparato da Windows...

 

Questa ad esempio è una GPT preparata da Windows:

 

35bfuh3.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Presentagli davanti una FAT32 e vedi se cambia, si vede che lui fa un controllo nell'inizializzazione e qualcosa non gli piace nello schema, capita.

 

Io poi non ingrullirei più di tanto, fai un immagine di sistema di Windows, inizializzi il disco, installi OS X, ripristini Windows dall'immagine di sistema, ripari l'avvio con gli strumenti automatici di Windows e sei a posto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, perfetto...

Era appunto quello che volevo dirti :D La formatto in fat32, e vedo se me la riconosce, poi ripristino windows con il disco di installazione che ho giá

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se te la riconosce e la formatta non hai bisogno di ripritinare nulla, Windows già ce l'hai, poi non hai specificato se sei in UEFI o meno, trattandosi di Windows 7 su una macchina nuova magari è stato installato in un secondo tempo Legacy...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Windows 7 risulta essere installato in Uefi.

 

In ogni modo ho formattato anche in fat32 ma quando inizializzo mi da errore...

Ho anche provato a inizializzare dal menu partizioni, e mi dá un messaggio del tipo "il volume non é GUID, quindi non é possibile inizializzarlo. Per risolvere il problema andare in file e "...." (qualcosa tipo annullare il partizionamento attuale)

Purtroppo scrivo dallo stesso pc sul quale sto lavorando per l'hack, e ho giá provato a formattare tutto da utility disco, peró per un problema delle impostazioni di config.plist non ho terminato l'installazione e mi sono ritrovato a dover reinstallare windows e la vmWare, unico metodo che ho per configurare la mia EFi..

Quindi per questo non scelgo di iniziare la procedura da macos ma da windows, per non dover reinstallare windows ogni volta che devo riconfigurare i miei kext e quindi perdere secoli...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho capito il giusto :) . Il tuo problema è installare Windows per primo o non preparare il disco con OS X, installare Windows ogni volta che devo configurare i Kext che vuol dire :surprised: ...

 

Puoi anche preparare il disco con OS X, fare due partizioni e nella seconda installare Windows per primo, premesso che puoi anche usare il partizionamento GPT di Windows, ma a quando capisco su quest'ultimo c'è qualcosa che non va.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho solo un pc, e se lo formatto perdo tutto, tra cui vmware e relativo sierra che mi serve per configurare la mia pendrive di installazione.

 

Quindi per questo ho necessitá di installare sierra sulla partizione libera, senza formattare tutto il disco (a quel punto installare prima l'uno o l'altro sarebbe uguale)

Il pericolo di formattare tutto il disco per installare sierra per primo, é che qualcosa non funzioni nel config.plist (cosa successa per l'appunto ieri :D ) e dopo mi ritrovo senza un SO, per cui ho dovuto reinstallare windows e tutti i relativi programmi.

 

Morale della favola: se non ho la sicurezza che la mia pendrive funzioni perfettamente, devo installare per forza sierra sull'HD dove c'è giá una partizione con windows previamente funzionante (e non installare prima windows e poi sierra)...non so se adesso si capisce meglio :D

 

Quando ho installato windows, avevo giá creato due partizioni con macos, peró l'installer non riconosceva il disco, per cui ho docuto cancellare tutte le partizioni e ho ricominciato da zero, ma comunque sempre in UEFI. Adesso per ulteriore conferma che il mio sistema operativo si in uefi, sono andato in list disk da cmd e mi esce anche una spunta sotto UEFI, quindi credo che non ci siano dubbi sul fatto che sia UEFI e GPT.


*perdon: la spunta esce sotto GPT

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è qualcosa a quanto pare che non piace a OS X in questo schema, e probabilmente anche riuscendo a fare l'installazione le cose non sono come dovrebbero.

 

Fare un immagine di sistema della propria installazione, preparare il disco con OS X, rimettere l'immagine e ricreare l'avvio con gli strumenti automatici di Windows.

 

Un altro disco su cui appoggiarsi, insomma i modi possono essere tanti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente c'è anche modo di mettere mano allo schema per farlo funzionare... Comunque la preparazione del disco da OS X è un investimento per il futuro così da non avere più problematiche di questo tipo.

 

Quindi io lo farei anche se mi avesse funzionato prima :) ...

 

Puoi scaricare una trial di Acronis, fare un supporto avviabile e salvare tutto come si diceva prima, facilissimo da usare.

 

Con Paragon HD manager riesci a formattare HFS+ senza dover mettere mano ad Utility disco ed installare, ma il problema di base rimane.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao. Innanzitutto ottima guida. Spesso, quando lascio il PC acceso con Windows 10 ma spengo il monitor perché mi devo assentare un attimo, quando torno lo trovo acceso in OS X. Altre volte sono in OSX e dopo un po' che non lo utilizzo, si riavvia. Come potrei risolvere?

 

Asus Maximus VIII Hero | i7 6700k | 16GB DDR4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto.

 

Metti il tuo hardware in firma, dal tuo Profilo "My Settings/Signature". Specifica che Sistema operativo usi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho capito, per ritrovarti su OS X ci deve essere un problema su Windows che si riavvia, la macchina riparte e Clover di default fa automaticamente partire OS X.

 

Il punto è che Windows si riavvia presumo per BSOD, quindi c'è un problema, su Windows.

 

Su OS X potrebbe essere una configurazione errata, ma non vorrei che il riavvio (visto che c'è da entrambi le parti) sia dettato da problemi hardware...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per ritrovarmi in OS X é sicuramente come dici tu: si riavvia, entra in Clover il quale ha il countdown su OS X. Riguardo al fatto che OS X si riavvia , si potrebbe risolvere disattivando lo sleep? Cercando in giro suggerivano di disattivare il LongSleep con questo comando "sudo pmset -a standby 0 && sudo pmset -a autopoweroff 0"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devi sincerarti che la macchina funzioni prima di entrare in un circolo infinito...

 

Devi testarla con Windows fino a quando non è perfetta, poi passiamo a OS X.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel Multiboot, ma anche in linea generale è sempre un bene disabilitare l'avvio rapido, come spiegato nella guida. Detto questo un RESET spontaneo di Windows (a meno di installazioni sballate) non può essere causato da questo, su hack, in una configurazione non ancora a perfezionata certo può succedere...

 

Ma: l'importante e che hai risolto  :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
You are commenting as a guest. If you have an account, please sign in.
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×