Jump to content
netgear

Triple Boot UEFI Tematiche di avvio

60 posts in this topic

Recommended Posts

Premetto che questa è una esperienza UEFI fatta su due schede madri, che hanno un comportamento diverso nell’uso in multiboot su singolo disco, quindi più che una guida si tratta di un approfondimento di alcune tematiche.

Parleremo solo del multiboot su singolo disco, visto che il multiboot su più dischi non presenta nessuna problematica.

 

GA-Z97-D3H e GA-Z170X-UD5.

Saltando la procedura di installazione dei tre sistemi, che se eseguita correttamente produrrà una EFI così strutturata, dopo l’installazione di Clover UEFI:

 

Installazione UEFI:

 

001 UEFI.png

 

Cartella EFI:

 

002 Boot_3.png

 

 

Nel caso della GA-Z97-D3H, non c’è stato bisogno di fare nulla, nelle voci del BIOS troveremo tre Entries: l’avvio diretto per Ubuntu, quello di Windows e una “UEFI con il nome del disco” che permetterà l’avvio di Clover e la conseguente visualizzazione degli altri sistemi perfettamente bootabili.

Io credo che questa Entries per il boot di Clover sia “anomala” anche perché nelle normali dinamiche non ci dovrebbe essere, ma in questo caso è presente e funziona.

C’è un BUG che ho riscontrato: se metto nel BIOS l’avvio di “UEFI con il nome del disco”, ovviamente per primo, non ci sarà nessun problema a bootare Clover, invece se lancio la stessa Entries dal bootmanager della scheda F12 il boot non andrà a buon fine, questa situazione è stata molto fuorviante e dimostra la lacunosità di questi BIOS, nonché l’anomalia della Entries.

Questo sistema lascerà tutti i file nella sua struttura originale e non ci saranno mai problemi di aggiornamenti che riportino ordine di default nei file di boot.

Inoltre le Entries verranno create al momento dell’avvio del disco, quindi saranno stabilmente presenti.

Se non si verifica la situazione precedente c’è anche un'altra modalità per creare una voce bootable per Clover, quella di creare un Entries con efibootmgr di Linux:

Con permessi di root:

sudo efibootmgr -c -L "CLOVER" -l "\EFI\CLOVER\CLOVERX64.EFI"

Ci ritroveremo nel BIOS la entries "CLOVER" che permetterà il boot.

003 efibootmgr.png

Verifichiamo con:

sudo efibootmgr -v

004 efibootmgr.png

Anche qui con Gigabyte c’è un “problema”: se il disco viene scollegato o disabilitato da BIOS, la scheda cancellerà automaticamente la Entries che alla riconnessione sarà sparita costringendoci a ricrearla.

Questo è un vantaggio per non ritrovarsi Entries morte, ma un grosso limite per una situazione di multiboot che esige Entries permanenti.

Anche questa soluzione lascerà tutti i file nella struttura originale, quindi stabile dopo qualsiasi aggiornamento.

Il comando "efibootmgr" può essere usato anche per cancellare una Entries nel BIOS non più utilizzata, ad esempio se vogliamo cancellare "Boot0001* CLOVER":

Con permessi di root:

sudo efibootmgr -b 1 -B

La entries sarà eliminata:

 

005 efibootmgr.png

 

Da Windows invece possiamo creare una Entries con il programma EasyUefi, una volta installato "Create a new entry":

 

006 EasyUefi_1.JPG

 

Definiamo nome e percorso di quello che vogliamo avviare, nel BIOS troveremo la Entries "Clover" appena creata:

 

007 EasyUefi_2.JPG

-

009 Boot.jpg

 

Possiamo creare la "Entries" anche dalla Shell di Clover, facciamo il Boot dalla USB ed entriamo nella Shell:

 

008 Shell.png

 

bcfg boot dump   (se vogliamo vedere tutte le Entries).

Consiglio di eliminare tutte le Entries:

bcfg boot rm 00   (ripetiamo più volte il comando fino a cancellare tutte le voci).

Troviamo la nostra partizione EFI (FS0, FS1, FS2, FS3) dell'HD (in genere HD1).

Con il comando:

map   (possiamo scrollare la pagina con Pagina UP / DOWN).

Questa prenderà il posto della FS0 nel comando sottostante se diversa.

Creiamo la nostra Entries con il nome "CLOVER UEFI":

bcfg boot add 00 FS0:\EFI\CLOVER\CLOVERX64.EFI "CLOVER UEFI"

 

Usciamo dalla Shell con exit e riavviamo, facciamo il boot da HD, la Entries 00 CLOVER UEFI sarà la prima voce nel boot di avvio:

 

009 Boot.jpg

 

GA-Z170X-UD5

Comportamento molto diverso:

Dopo l’installazione dei sistemi e di Clover, Windows e Linux saranno presenti come Entries ma la voce “UEFI con il nome del disco” non ci sarà e Clover non potrà bootare.

La scheda taglia fuori (situazione normale) la Entries per Clover, questa situazione è permanente fino a quando il BIOS vede Windows bootabile come bootmgrfw.efi.

Quello che in genere viene fatto è eliminare dal boot l’avvio di Windows (bootmgrfw.efi), affinché il BIOS crei la Entries per Clover e così in genere avviene.

Da \EFI\Microsoft\Boot eliminiamo (salvandolo sul desktop) bootmgrfw.efi, al riavvio troveremo nel BIOS una nuova voce "UEFI OS" per l’avvio di Clover, ovviamente Windows non sarà presente per il boot nella GUI.

Qui ci viene incontro una features di Clover che per ovviare al problema (avere la Entries di Clover + Windows) sarà in grado di riconoscere l’avvio di Windows bootmgrfw.efi sotto il nome di bootmgrfw-orig.efi

Quindi rinominiamo bootmgrfw.efi in bootmgrfw-orig.efi e mettiamolo dentro la cartella \EFI\Microsoft\Boot, al riavvio avremo Clover avviabile e Windows presente nella GUI perfettamente bootable.

In realtà rimettendo bootmgrfw.efi al suo posto senza rinominarlo tutto funzionerà lo stesso dopo che la Entries per Clover è stata creata, ma come nel caso precedente almeno con Gigabyte alla prima esclusione del disco la Entries verrà eliminata.

Ma su questa scheda non è bastato, dopo l’eliminazione di bootmgrfw.efi nessuna entries per Clover è stata creata, il BIOS ha ritenuto che fino a quando risultava bootable grubx64.efi per Linux nessuna voce per l'avvio di Clover sarebbe stata aggiunta.

Eliminando grubx64.efi finalmente la Entries viene creata, ma Clover almeno per ora non prevede la possibilità di lanciare come per Windows l’avvio di Linux con grubx64-orig.efi.

Dopo la creazione della Entries di Clover, rimettendo grubx64.efi al suo posto, tutto funzionerà nuovamente ma sempre con la voce nel BIOS non permanente, ovviamente solo se il disco viene escluso o scollegato.

Un'altra possibilità è quella di “ingannare” il sistema: usare bootmgfw-orig.efi per l’avvio di Windows e copiare CLOVERX64.efi nella \EFI\Microsoft\Boot rinominandolo in bootmgfw.efi, per avere Clover bootable. Non avendo necessità questa ultima pratica non l’ho ancora provata, ma in linea teorica non vedo perché non dovrebbe funzionare, da amante dell’ordine trovo queste manovre poco consone. In sostanza Clover si avvia sotto mentite spoglie...

C’è invece un’altra pratica da preferire quando il BIOS non crea la Entries vedendo grubx64.efi, in genere non viene in mente e ci si avventura in una disordinata rinomina di file che in futuro potrebbe creare non poca confusione: questo metodo e quello di usare le Custom Entries.

Se rinominiamo grubx64.efi in grubx64-orig.efi, la Entries per Clover verrà creata ma nella GUI non ci sarà Linux, poiché Clover non riconoscerà il file -orig, allora creiamo una Custom che ci darà la possibilità di puntare a quel file:

 

010 Custom Entries.png

 

Le Custom Entries inoltre permettono di mettere ordine sia come nome che come posizione nella GUI.

Linux si troverà nella nostra GUI è sarà perfettamente bootable.

 

011 GUI.png

 

Schema di Partizionamento con preparazione del disco dall'installer di OS X... è l'approccio più semplice e naturale per la gestione di OS X e della EFI.

 

012 MultiBoot.png

 

Schema di partizionamento con preparazione del disco dall'installer di Windows... è l'approccio più complicato, la gestione della EFI da parte di Clover ha le stesse metodiche ma lo schema ci pone davanti qualche complicazione in più, per OS X è uno schema meno naturale.

Ma è anche il più completo, i sistemi godono di tutti i privilegi dell'installazione su singolo disco, anche Windows ha la sua partizione di Ripristino.

 

013 MultiBoot_2.png

 

ASRock:

Questo BIOS ha un comportamento diverso da quello Gigabyte, una volta installo Clover nel BOOT di avvio ci mancherà una Entries valida, questo è quello che vedremo:

 

014 ASR_1.jpg

 

Se proviamo a lanciare “Mac OS X” non avremo nessun risultato, quindi ci mancherà la Entries “naturale” che dovrebbe essere “UEFI OS”.

In genere si ricorre ad uno dei tanti metodi per aggiungere una Entries per l’avvio…

Ma invece che creare la Entries basterà cancellarle tutte, dalla GUI di Clover, apriamo la SHELL e digitiamo:

bcfg boot rm 00

Ripetiamo il comando fino a quando ci dice che non ci sono più Entries.

Riavviamo e la Entries “naturale” è pronta per l’avvio:

 

015 ASR_2.jpg

 

Quello che accade è che la Entries “Mac OS X” inibisce “UEFI OS”, una volta eliminata tutto torna nella “normalità”. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Advertisement

Come fai a cambiare le icone della gui dei vari sistemi operativi?

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Ciao nicozan, tutto bene con il Multiboot  :) ...

 

Per cambiare le icone devi dare un percorso diverso (da Image) che punta su un altra icona:

 

\EFI\CLOVER\themes\BGM256\icons\os_ubuntu.icns

Icone.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Netgear, ottima guida.

Io ho il dual boot nel portatile in firma, ma non mi esce il nome di Windows nella GUI, nonostante abbia fatto come scrivi su.

 

Un'altra possibilità è quella di “ingannare” il sistema: usare bootmgfw-orig.efi per l’avvio di Windows e copiare CLOVERX64.efi nella \EFI\Microsoft\Boot rinominandolo in bootmgfw.efi per avere Clover bootable. Non avendo necessità questa ultima pratica non l’ho ancora provata, ma in linea teorica non vedo perché non dovrebbe funzionare, da amante dell’ordine trovo queste manovre poco consone.

 

Sarà per questo? Avevo già installato così, pensavo fosse l'unico modo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Marco, stiamo parlando di un installazione UEFI... Nella EFI c'è la cartella Microsoft, il file di avvio per Windows bootmgfw.efi o bootmgfw-orig.efi sono al suo posto in "Microsoft\Boot\", molto strano che non veda la entries, ma questi BIOS a volte hanno comportamenti molto dissimili.

 

Il dualboot è sullo stesso disco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premesso che quando Clover si avvia controlla nella cartella \EFI\Microsoft\Boot e se vede bootmgfw.efi o bootmgfw-orig.efi lui lo piazza nella GUI, quindi controlla bene questi percorsi.

 

Se hai fatto modifiche di rinomina riporta tutto allo stato originale, in \EFI\Microsoft\Boot il file di avvio di Windows mettilo pure bootmgfw-orig.efi.

 

Una volta che Clover si avvia dopo averlo riportato questa condizione di "default" prova a creare un Custom Entries, controlla le spunte di Scan, il Volume è la EFI HD 1, trovala da terminale "sudo bdmesg", metti il percorso come in figura e vedi che succede...

Entries.jpg

UUID.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve potreste spiegarmi una cosa,ho dato una un occhiata alla  guida sul multi boot,mi spieghereste come mai io pur vedendo nella GUI di clover la partizione con windows,poi non riesco a fare il boot di windows 10? invece sierra si avvia perfettamente,sono installati in dischi diversi,ssd 250 sierra,e 500 gb hdd windows 10,alla GUI vedo diverse opzioni windows ma non avviano,ho anche creato la cartella microsoft/boot,e dentro il file bootmgfw-orig.efi.. ma nulla da fare forse sbaglio in qualcosa? cmq se stacco il cavo del ssd con sierra poi windows fa regolarmente il boot...grazie per eventuale risposta

franky

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su dischi separati non devi fare nulla, stiamo parlando di entrambi le installazioni in UEFI, bootmgfw-orig.efi non va modificato e nella EFI di Clover non ci deve essere nessuna cartella Microsoft, proprio perché come detto prima nel caso di multiboot su dischi separati tutto deve funzionare di default...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su dischi separati non devi fare nulla, stiamo parlando di entrambi le installazioni in UEFI, bootmgfw-orig.efi non va modificato e nella EFI di Clover non ci deve essere nessuna cartella Microsoft, proprio perché come detto prima nel caso di multiboot su dischi separati tutto deve funzionare di default...

ok,allora provvedo a rimuovere la cartella microsoft da EFI Clover?e provo ad avviare? ok ultima domanda,su windows non devo configurare nulla? grazie ancora..provo subito

 

 

franky

Share this post


Link to post
Share on other sites

Netgear, susa se mi intrometto: quindi in caso di dischi separati non avrei il problema che ho avuto nel portatile (dove avevo win e Mac nello stesso disco), ossia che imposto clover ma parte windows, al che devo

1) bootare da pendrive

2) inserire "add clover boot options for all entries"

3) riavviare e parte Clover

4) al successivo riavvio parte di nuovo Widows, per cui  e sono costretto a rifare la procedura di nuovo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si su dischi separati questo problema non c'è, poi se il BIOS è istruito a fare forzatamente così va visto.

 

Ma non avevi provato quella soluzione con la Custom Entries mascherando Windows al BIOS

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si nessuna cartella Microsoft nella EFI di Clover, nessun file modificato e nessuna Entries

allora ho provato ma non si avvia,supponiamo sia un disordine della bios al boot,volendoli metterere in ordine dimmi se vado giusto,

 

1 uefi os

2 boot microsoft

3 mac os..

4 ssd sierra

5 hdd windows 10

6 masterizzatore

 

qui sono un po confuso,come dici di ordinarli netgear? grazie infinite,PS:quando provo ad avviare windows devo usare partizione riservata per il sistema? o boot win...? grazie ancora 

 

 

franky

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma non avevi provato quella soluzione con la Custom Entries mascherando Windows al BIOS

Sì, avevo messo le custom entries, ma non cambiava niente. Nel bios mi dava sempre l'unico boot da Clover, ma partiva windows. Quello che non ho fatto però è rinominare la cartella windows in windows -W10 e impostare il percorso nel config.plist.

Tra l'altro ho anche dovuto aggiornare il bios, per risolvere il problema dello spegnimento. Chissà se il problema si è risolto. Per ora ho Manjaro linux in dual boot.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, avevo messo le custom entries, ma non cambiava niente. Nel bios mi dava sempre l'unico boot da Clover, ma partiva windows. Quello che non ho fatto però è rinominare la cartella windows in windows -W10 e impostare il percorso nel config.plist.

Tra l'altro ho anche dovuto aggiornare il bios, per risolvere il problema dello spegnimento. Chissà se il problema si è risolto. Per ora ho Manjaro linux in dual boot.

 

No è proprio quella manovra Windows-W10 che dovevi fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah. Quindi se volessi farlo ora dovrei piallare tutto l'SSD, installare prima Mac (così dal boot si crea la entries Clover), poi windows 10 e rinominare la cartella? Mhhh, sono tentato, alla fine ho la licenza di windows inutilizzata.

Anzi, piallerei solo linux

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah. Quindi se volessi farlo ora dovrei piallare tutto l'SSD, installare prima Mac (così dal boot si crea la entries Clover), poi windows 10 e rinominare la cartella? Mhhh, sono tentato, alla fine ho la licenza di windows inutilizzata.

Anzi, piallerei solo Linux

 

Io credo che con la cartella rinominata ci sono molte possibilità che le cose vadano a posto o almeno il ragionamento non fa una grinza, poi se il BIOS scansiona anche le cartelle non convenzionali... Non l'ho mai visto fare, ma mai dire mai :)  

allora ho provato ma non si avvia,supponiamo sia un disordine della bios al boot,volendoli metterere in ordine dimmi se vado giusto,

 

1 uefi os

2 boot microsoft

3 mac os..

4 ssd sierra

5 hdd windows 10

6 masterizzatore

 

qui sono un po confuso,come dici di ordinarli netgear? grazie infinite,PS:quando provo ad avviare windows devo usare partizione riservata per il sistema? o boot win...? grazie ancora 

 

 

franky

 

Certo che non parte, questo è solo per fare ordine, perché se doveva partire sarebbe partito anche nella configurazione precedente.

 

UEFI OS per primo basta, il resto puoi disabilitarlo, ma non è quello il problema dal momento che carica Clover.

 

Il tuo sembra più un problema legato ad un disordine in Windows che cmq visto il boot Microsoft sembra che sia installato correttamente in UEFI.

 

Ma nelle GUI che BOOT ci sono, posta il config...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente se con i due dischi collegati premi F11 all'avvio e avvii "boot microsoft" Windows si avvia, mi pare strana questa Entries di Windows, dovrebbe essere "Windows Boot manager".

 

Quint Boot:

 

11ilbmx.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che con la cartella rinominata ci sono molte possibilità che le cose vadano a posto o almeno il ragionamento non fa una grinza, poi se il BIOS scansiona anche le cartelle non convenzionali... Non l'ho mai visto fare, ma mai dire mai :)  

 

Certo che non parte, questo è solo per fare ordine, perché se doveva partire sarebbe partito anche nella configurazione precedente.

 

UEFI OS per primo basta, il resto puoi disabilitarlo, ma non è quello il problema dal momento che carica Clover.

 

Il tuo sembra più un problema legato ad un disordine in Windows che cmq visto il boot Microsoft sembra che sia installato correttamente in UEFI.

 

Ma nelle GUI che BOOT ci sono, posta il config...

 

Ecco Netgear il mio confplist,puoi dare un occhiata? cmq windows lo installato dopo sierra ma questo non credo sia importante...grazie netgear

config.plist.zip

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
You are commenting as a guest. If you have an account, please sign in.
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×