Jump to content
milorambaldi

[aiuto] netbook maker VS installer and boot

2 posts in this topic

Recommended Posts

Ciao,

vorrei per piacere chiedere alcune delucidazioni, premettendo che prima di scrivere l'ennesimo post ripetuto e straripetuto (chi risponde non deve perder tempo!), mi sono letto tanto, veramente tanto sul web, ma un po' per il mio cattivo inglese, un po' per evidenti mie lacune, non sono riuscito a comprendere alcune cose fondamentali.

Avevo già installato su 2 pc differenti e con successo ideneb e IPC, in pratica (correggetemi se sbaglio!!!) dovrebbero versioni "modificate" del disco di installazione di mac, perché l'hw originale apple non ha il bios ma un chip "efi" e quindi le versioni originali apple non si sarebbero mai potute installare.

Ora trovo milioni di post che indicano che per installare bisogna scaricare netbookmaker e netbookinstaller e vorrei capire bene la differenza.

Da quello che ho intuito uno dei due serve per trasferire il cd o dvd di installazione su una chiavetta usb (e dovrebbe quindi corrispondere a unetbootin che uso per e con linux). Sull'altro ho molta confusione, non so se serve a modificare una iso originale apple o va usato con versioni già modificate (iaktos, ecc..) ma se andasse utilizzato con queste ultime, perché sono riuscito a installare correttamente ideneb e Ipc senza usare nessuno dei due2? vi prego rispondetemi :-)

Se ho capito bene, avendo un lettore dvd esterno per netbook, potrei fare a meno di almeno uno dei 2?

Altro quesito (scusatemi!) sul BOOT: siccome tutto è nato dal problema di installare mac sul mio dot s2 (alias 532h dell'acer pare...) e siccome fin'ora avevo desistito perché avevo letto che la scheda grafica intel gma3150 non aveva l'acceleratore grafico funzionante con i kext disponibili, avevo intenzione di installarla comunque e cercare pian piano di cercare gli aggiornamenti: ho scaricato una iso 10.6.6 di hazard e masterizzata, da cui lanciato (senza successo) l'installazione (schermo nero al riavvio): arrivo al punto: l'installazione di hazard prevede il flag "eventuale" sul tipo di bootloader, che ho lasciato "Sflaggato" siccome sul pc uso grub (che successivamente mi ha riconosciuto correttamente la partizione mac). Devo per forza selezionare un bootloader apposta per osx oppure non ne ho bisogno perché c'è grub? perché così facendo, dopo la scelta di osx da grub non parte nulla. G-R-A-Z-I-E ---1-0-0-0---!-!-!-!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Advertisement
Guest
You are commenting as a guest. If you have an account, please sign in.
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

  • Similar Content

    • By haring
      Premessa d'obbligo: spero d'aver azzeccato la sezione giusta. In caso contrario chiedo venia.
          Salve a tutti,
       
      sto valutando l'acquisto e, quindi, l'aggiunta al già forse troppo vasto ed obsoleto parco macchine Apple di un hackintosh. L'idea di un altro iMac, di un Mac Pro nuovo (il posacenere, il barattolo, ...) o di uno usato (a trovarlo, un 5,1) si sta allontanando sempre più per ovvi motivi: la poca espandibilità dei primi due, l'incongruenza costo/potenza del secondo, la reperibilità, il costo (d'acquisto e aggiornamento) e l'affidabilità di un usato del terzo.
       
      Da queste considerazioni nasce l'idea di un hackintosh. E da questa epifania digitale il problema: cosa scegliere.
       
      Ho cercato sul forum, sul sito, sul sito del concorrente innominabile, su internet in generale le informazioni, ma, sinceramente, non fugano tutti i miei dubbi e, quando non li aumentano, molto spesso sono obsolete. Immagino siano, queste, richieste quotidiani, fastidiose, noiose, ma tant'è: con timidezza, ci provo.
       
      Partiamo dalle esigenze. Sono un grafico e l'80% della mia attività si svolge con InDesign, Photoshop ed Illustrator. A corredo del magico trio tutta una serie di applicativi più o meno complessi. Talvolta un po' di montaggio video per particolari e specifiche richieste. Poi web, database, ecc.
       
      Seguono sogni e speranze: velocizzare quello che faccio ora - ça va sans dire - e cercare di aggiungere qualche "opportunità" in più. 3D, montaggio video decente, un blando uso ludico, la possibilità di sfruttare la funzione remota con Nvidia Shield Pro.
       
      I pezzi che compongono la macchina, ovviamente:
      Processore.
      Intel Core i7 (serie 6, serie 7) o Intel Xeon? Io, già qui, mi fermo. Guardando alle configurazioni dei Mac Pro si nota che tutti montano gli Xeon. È forse un fattore di qualità e/o potenza e/o affidabilità superiore? Di converso, tutte le configurazioni che ho trovato su internet sono costantemente ignorati a favore dei più comuni (?) i7 7700, i7 7600, i5 e via discorrendo.
      Esempio Xeon: link
      Esempio i7: link
        Scheda madre.
      Per me: buio completo. Ho realizzato solo ultimamente che ATX, ITX, mITX, ecc. sono le misure per il case. Il resto: arabo. Singolo o doppio processore? C'è differenza fra il supporto a i5-i7 ed a Xeon? In ambo i casi: uno o due processori? Come si comporta un hackintosh con, eventualmente, una coppia di cervelli?
        Raffreddamento. 
      Vorrei il raffreddamento a liquido per la credo (e spero) ovvia riduzione del rumore e la maggiore affidabilità. Che tipo di manutenzione ha bisogno? Vanno fatti i rabbocchi tipo un radiatore di una vecchia macchina?
        Alimentatore.
      Fino a qualche tempo fa i termini da tenere in considerazione erano: "Corsair" e "Bronze". Sono ancora affidabili? 
        Scheda video.
      Tralasciando la Titan da 12GB ché mi servono ambo i reni, che cosa bisognerebbe scegliere per avere:
      - compatibilità con OS X;
      - una buona affidabilità dal punto di vista ludico (con Windows, magari, vista la non particolarmente vasta offerta Apple);
      - supporto per Nvidia Shield.
        Case.
      Uno semplice, senza vetri, senza led, senza spigoli futuristici, un classico parallelepipedo senza bombature, arrotondamenti... Pannelli fonoassorbenti? Corsair?
      Esempio: link
        Connessioni senza fili.
      Wi-fi, bluetooth. Integrate nella scheda madre o schede aggiuntive?
        Connessioni cablate.
      USB 2, 3. Firewire. Thunderbolt. HDMI. Sapevo di una non perfetta compatibilità con thunderbolt, ma è una funzionalità poco importante, al momento. 
        Dischi rigidi.
      Andrei su una ormai classica accoppiata SSD + HD classici. 
        RAM.
      Questo caso credo sia il più semplice da gestire salvo un dubbio: solitamente, su Mac, non ci sono problemi di dimensione dei banchi nel senso che puoi mettere un banco da 4GB, uno da 8GB ed uno da 2GB ed il sistema li somma. Ricordo di una regola secondo la quale i banchi devono essere tutti uguali, ma non so se è una particolarità di un determinato tipo di RAM o di scheda madre o di processore.  
       
      Grazie in anticipo per tutto l'aiuto che potrete offrire.
×